Setup Menus in Admin Panel

M4 L’apprendimento per scoperta ( J.Bruner)

L’APPRENDIMENTO PER SCOPERTA (J. Bruner)

 

L’apprendimento per scoperta va inteso non tanto come un modello didattico, quanto piuttosto come un atteggiamento pedagogico di fondo.

Questo tipo di apprendimento deve avvenire mediante un processo di costruzione-relazione tra alunno e docente in cui:

  • l’apprendimento è il risultato dell’attività del bambino, che seleziona e trasforma le informazioni, costruisce ipotesi e prende decisioni,
  • lo scopo dell’insegnante è di consentire al suo alunno di andare “oltre le informazioni date”.

Secondo Bruner, infatti “Le basi dell’apprendimento a lungo termine sono naturali e spontanee: curiosità, giocosità, desiderio naturale di competenza, desiderio di imitare gli altri lo rendono possibile”

Caratteristica essenziale dell’apprendimento per scoperta personale è quindi, che il contenuto da apprendere non sia dato, ma scoperto dal bambino prima che egli lo faccia proprio e gli assegni un posto significativo nella sua struttura cognitiva.

Presupposto importante per garantire un apprendimento “significativo” è stimolare la curiosità degli alunni e può essere definito tale se gli alunni:

  • si confrontano attivamente con i problemi
  • acquisiscono esperienze autonomamente
  • effettuano sperimentazioni nei momenti adatti
  • ottengono nuove cognizioni su fatti e principi complessi

Nella progettazione sarà quindi fondamentale per l’insegnante studiare strategie efficaci che si pongano come obiettivo specifico la creazione delle strutture necessarie perché l’allievo scopra i principi di base e le relazioni concettuali di un certo dominio di conoscenze senza che questi gli siano presentati esplicitamente.

L’APPRENDIMENTO SIGNIFICATIVO (D. P. Ausbel)

Un apprendimento diventa significativo se va ad integrarsi compiutamente nel quadro complessivo delle esperienze e degli interessi del bambino , attraverso una:

  • partecipazione globale alle attività in quanto si richiede un impegno sia sul piano conoscitivo sia su quello affettivo ed emozionale
  • automotivazione in quanto il desiderio di conoscere, di capire e di operare è un fatto intrinseco
  • autovalutazione poiché è compito di colui che impara valutare l’efficacia delle acquisizioni

Per Ausubel l’apprendimento ricettivo- meccanico non permette ai bambini di avere una piena consapevolezza di ciò che hanno appreso , perchè il bambino “ trascura la necessaria capacità autocritica ed è poco propenso a compiere uno sforzo attivo nell’accostare il materiale, nel considerarlo da diversi punti di vista, nel conciliarlo o nell’integrarlo con i dati attinenti o contrastanti e nel riformularlo dal punto di vista dei propri riferimenti personali. “

Per favorire un apprendimento significativo il docente dovrà :

  • Utilizzare attività che comportano la riformulazione delle proposizioni con termini propri     dei bambini
  • Rispettare i limiti di chi apprende in modo legato all’esperienza
  • Delineare le somiglianze e le differenze tra concetti correlati
  • Offrire “organizzatori anticipati”, che presentino i contenuti e i problemi essenziali e che     offrano una specie di “impalcatura” a cui ancorare l’insieme delle informazioni del     compito di apprendimento, in primo luogo quelle già conosciute dall’allievo
  • Creare un ambiente di apprendimento che favorisca l’ interazione tra i saperi dati e i nuovi
  • Attivare i “saperi naturali” degli allievi attraverso strategie specifiche, perché l’insegnante,     nel presentare le sue informazioni esperte, fa riferimenti continui alla mappa dei saperi naturali, sollecitando gli allievi a stabilire analogie o differenze.

L’APPRENDIMENTO COOPERATIVO

L’apprendimento cooperativo (Cooperative Learning, CL) è un metodo che coinvolge gli alunni nel lavoro di gruppo per raggiungere un fine comune.

L’ apprendimento cooperativo, basato sulla negoziazione dei significati all’interno di piccoli gruppi di lavoro, sollecita e favorisce l’interazione sociale.

L’apprendere in forma cooperativa rappresenta un formidabile strumento per la rielaborazione del sapere a livello interpersonale, anche per una sua rielaborazione intrapersonale. Consente inoltre all’insegnante di muoversi nello spazio della zona prossimale di sviluppo e di apprendimento e di sostenere gli allievi nel passaggio da un apprendimento prossimale a un apprendimento attuale e autonomo, che promuova la loro partecipazione attiva.

Perché il lavoro di gruppo si qualifichi e proceda come “lavoro cooperativo” l’insegnante deve favorire lo sviluppo e l’attuazione delle seguenti abilità:

  • Positiva interdipendenza.

I membri del gruppo fanno affidamento gli uni sugli altri per raggiungere lo scopo. Sequalcuno nel gruppo non fa la propria parte, anche gli altri ne subiscono le conseguenze. Gli alunni si devono sentire responsabili del loro personale apprendimento e dell’apprendimento degli altri membri del gruppo .

  • Responsabilità individuale.

Tutti i componenti del gruppo devono rendere conto sia della propria parte di lavoro sia di quanto hanno appreso. Ogni studente, nelle verifiche, dovrà dimostrare personalmente quanto ha imparato.

  • Interazione faccia a faccia.

Benché parte del lavoro di gruppo possa essere spartita e svolta individualmente, è necessario che i componenti il gruppo lavorino in modo interattivo, verificando gli uni con gli altri la catena del ragionamento, le conclusioni, le difficoltà e fornendosi il feedback. In questo modo si ottiene anche un altro vantaggio: gli studenti si insegnano a vicenda.

  • Uso appropriato delle abilità nella collaborazione. I bambini nel gruppo vengono incoraggiati e aiutati a sviluppare la fiducia nelle proprie capacità, la leadership, la comunicazione, il prendere delle decisioni e il difenderle, la gestione dei conflitti nei rapporti interpersonali.
  • Valutazione del lavoro. I componenti del gruppo, periodicamente valutano l’efficacia del loro lavoro e il funzionamento del gruppo, e individuano i cambiamenti necessari per migliorarne l’efficienza.
Scuola Semplice © A.C.F. 2001 P.zza M. C. Marcello , 3 Nola (NA) -  80035 Tutti i diritti Riservati.